A chi si rivolge la carta stampata? ( 04.14)

pagine bianche onor.Sono uno dei pochi che ha aperto e sfogliato l’edizione cartacea delle “Pagine Bianche”  appena stampate e con immediata sorpresa ho visto la massiccia presenza di pubblicità di agenzie di pompe funebri:  circa l’80% dello spazio pubblicitario; sfogliare per credere! Ecco a chi si rivolge ormai la carta stampata. Emblematica perfino la loro campagna di comunicazione: PAGINE BIANCHE L’UNICO ELENCO DI CUI PUOI FIDARTI!

DUNQUE IL FUTURO E’ PAPERLESS L’avvento di Internet e la nascita di forme di comunicazione e distribuzione delle informazioni in una dimensione digitale, online, via web o mobile, ha creato una profonda frattura nel mondo dell’informazione . D’altro canto  quanto sta accadendo non è nulla di diverso da quanto successo in altri settori dell’industria. E’ un fenomeno che si ripete ogni qualvolta si innesca un cambiamento sostanziale nel modo di produrre in virtù della disponibilità di nuove tecnologie. Così i nuovi algoritmo digitali sono il business di domani: in america li chiamano BIG DATA e la realtà “aumentata” da questi valori  già si affaccia e sta modificando il nostro modo di acquisire informazioni e di decidere… cosa mangiare, dove andare in vacanza,  con chi intraprendere una relazione sentimentale! La velocità dei cambiamenti ai tempi di Internet è così elevata che si fa fatica a ricordare che solo fino cinque anni fa non esistevano tablet e smartphone, ovvero tutti quei dispositivi che hanno consentito di mettere a punto nuovi canali di distribuzione dei contenuti.  Si sono iniziati a utilizzare social network e si è dato ampio spazio a contenuti multimediali: Tv streaming, videogallery, filmati sono diventati elementi portanti della comunicazione internet che oggi sostituiscono  i contenuti informativi e visivi dell’editoria. a cura di ep